La storia del CSK, karate dal 1978

  • 1976.  Primi corsi di karate presso la palestrina della Croce Rossa di Piazza S. Michele a Lavagna.
    La società viene chiamata dal suo fondatore Evro Margarita “FUDOSHIN KARATE LAVAGNA”.Per problemi di spazi si trasferisce dopo pochi mesi a S.Salvatore, presso la palestra delle Scuole Elementari. A Lavagna opera intanto, già da alcuni anni, Sergio Torta, una delle prime cinture nere di karate del Tigullio, con la sua società denominata “BUSHIDO CLUB LAVAGNA”. Entrambi provengono dalla scuola del Maestro Rodolfo Ottaggio, direttore tecnico della Sankaku Karate Chiavari, pioniere del karate in Italia, a quei tempi figura di spicco delle arti marziali nazionali e già allievo del Maestro giapponese Hiroshi Shirai, divulgatore dell’arte della “mano vuota” in Italia.
    • 1978. Dalla fusione tra il “FUDOSHIN KARATE S.SALVATORE” e il “BUSHIDO CLUB LAVAGNA” , nasce la società destinata poi a diventare il CSK LAVAGNA, che in un primo tempo fu denominata FUDOSHIN KARATE LAVAGNA.
    • 1978/1985. Evro Margarita e Sergio Torta operano in questi anni per promuovere la loro disciplina marziale sul territorio, in uno spirito pioneristico e pieno di entusiasmo. In quegli anni fa il suo ingresso in palestra Roberto Brunori, che diventerà uno dei primi docenti del CSK.
    • 1986. L’incontro con il milanese Patrizio Magnanini, allievo diretto di Hiroshi Shirai , esperto a livello nazionale di Kobudo , fa nascere una fortissima coalizione tecnico/organizzativa, che porterà la società (allora ridenominata SHIN KI TAI KARATE CLUB) a tesserare oltre 150 praticanti sia di karate che di kobudo (lo SHIN KI TAI diventa il primo sodalizio in Liguria ad aver organizzato corsi di quell’arte marziale).
    • 1986/1993. Lo SHIN KI TAI entra nella FIKTA , Federazione del giapponese Shirai, e contribuisce a riorganizzare il Comitato Regionale Ligure del quale Evro Margarita diventerà il Vice Presidente (Presidente il sanremese Alberti). 

      In quegli anni si organizzano stage di importanza regionale e nazionale, arrivando a portare a Lavagna il “mito” vivente del karate, lo stesso Shirai, con uno dei Maestri giapponesi più quotati, Takeishi Naito. Gli allievi dello SHIN KI TAI,inoltre, frequentano con assiduità le lezioni mensili dell’ISI ( Istituto Shotokan Italia), ospitando alcuni incontri con il Maestro Naito nella palestra delle Scuole Riboli. Si organizzano anche diversi Campionati Regionali (… e il CSK ha i suoi primi campioni liguri…) nonché la prima edizione del Trofeo Topolino di karate per bambini.
    • 1993. Lo SHIN KI TAI diventa CSK LAVAGNA
    • 1994. Inizia la collaborazione con il Maestro Mauro Oventile di Chiavari, tecnico di ottima esperienza nel settore agonistico.
    • 1994/2000. Durante questi anni viene aperto il CSK BORZONASCA, filiale del CSK LAVAGNA , che opererà per circa due anni, e prenderanno il via (1994) i corsi di Difesa Personale , gli unici di tutta la Liguria.
    • 2000. Ilio Semino, cintura nera VII Dan, uno dei migliori tecnici di karate italiani , diventa Direttore Tecnico del CSK, creando un’ottimo binomio tecnico/società che porterà il C.S.K. ad altissimi livelli.
    • 2000/2003. La collaborazione tra il CSK e il Maestro Semino spinge la società ai vertici nazionali della FESIK , la Federazione del grande Carlo Henke, personaggio storico del karate internazionale, alla quale nel frattempo il club lavagnese aderisce.Il CSK diventa per quattro volte consecutive società Campione Ligure e , finalmente, nel maggio 2003 ad Arezzo, si laurea Campione d’Italia a squadre nel kata maschile seniores con la squadra composta da Pietro Schettino, Pasquale di Pinto e Yuri Gasperini, dopo il terzo posto conquistato l’anno precedente nei medesimi campionati.Nel frattempo Evro Margarita dopo tre anni passati come Commissario Straordinario del Comitato Ligure della FESIK,viene eletto Presidente dello stesso organismo. Andrea Codda, Vice Presidente del CSK, diventa nel 2003 Dirigente della Federazione, passando a presiedere la Commissione dei Revisori dei Conti della FESIK.
      Molti atleti del CSK in questo periodo si laureano Campioni Italiani o salgono con assiduità sul podio tricolore.Pietro Schettino, si laurea Vice Campione d’Europa,Campione del Mondo a Squadre ed entra stabilmente nel giro della nazionale come l’altra atleta lavagnese Elena Michellini.
    • 2003. Il CSK cammina con le proprie “gambe” : la Direzione Tecnica viene assunta da Evro Margarita con la collaborazione di Roberto Brunori,Stefano Blasi e Alessandro Cuore , un giovane tecnico dall’ottimo curriculum sportivo, che contribuirà in maniera determinante a far migliorare le performances degli atleti CSK.
      Un nuovo viaggio è cominciato …
    • 2004. Lo staff del CSK si arricchisce di un docente eccezionale: il Maestro Piero Lassi, cintura nera VI Dan, toscano di Pontedera, allenatore della nazionale italiana FESIK di kata, assicura il suo apporto tecnico mensile agli atleti del CSK facendo salire il livello di tutti, insegnanti e atleti. 
      Grazie a lui e all’opera di Alessandro Cuore, Roberto Brunori, Stefano Blasi e Vincenzo Tavino, il CSK ottiene brillanti risultati, tra i quali si evidenzia un importante terzo posta in Coppa Italia per Società ai Campionati Italiani Ragazzi di Montecatini.
      Infine alla società viene assegnata una nuova sede sociale in piazza Ravenna, in sostituzione di quella “storica” di via Fabio Filzi destinata ad essere utilizzata per lavori di ampliamento del campo Riboli.
      Al via nuovi corsi di karate presso la palestra delle Scuole Elementari “Rocca” di San Salvatore , tenuti dagli istruttori Stefano Blasi e Roberto Brunori : il CSK sta cercando altri nuovi Campioni…
      A dicembre arrivano anche le medaglie internazionali: ai Campionati Mondiali di Karate per Società che si svolgono a Jesolo gli atleti del C.S.K. conquistano ben sei medaglie , di cui 3 ori , 2 argenti , 1 bronzo.
    • 2005/ 2006. E’ un periodo di intensa attività agonistica , i ragazzi del CSK partecipano a tutte le gare organizzate dalla FESIK sul territorio nazionale , la Società coglie risultati di grande rilievo. La squadra di kata junior maschile del CSK , composta da Luca Moretti , Federico Campofiorito e Luca Margarita , conquista un terzo posto al Campionato Nazionale di Arezzo.
      Federico Campofiorito , convocato in Nazionale FESIK , partecipa ai Campionati Mondiali Juniores della WUKO (World Union of Karate Do Organizations) organizzati a Cluj-Napoca in Romania , conquistando l’oro nel kata a squadre.
    • 2007. E’ forse l’anno dei più bei successi del CSK : i ragazzi della squadra di kata Junior- gli stessi di Arezzo- volano sul tetto d’Italia a Terni , conquistando un favoloso titolo italiano con una prestazione , probabilmente, irripetibile.
      Nella stessa gara , la Società si piazza al secondo posto nella classifica generale del Campionato Italiano Junior, suggellando una prestazione corale eccezionale .Il mese prima i “piccoli” del CSK si erano portati a casa il miglior trofeo di tutti i tempi nella storia della Società relativamente a gare per ragazzi, salendo sul secondo gradino del podio al Campionato Italiano Ragazzi di kata , un argento di enorme valore per i piccoli campioncini del Tigullio. Un secondo posto nel kata Cadetti/Junior al Grand Prix di Desio e un quarto posto al 1° Trofeo Interregionale “Golfo dei Poeti” di La Spezia suggellano l’anno d’oro del CSK.
    • 2008. Un anno di conferme per gli atleti del CSK : la Società organizza i Nazionali Seniores a Chiavari, piazzandosi al secondo posto nella classifica generale per clubs ,la squadra maschile di kata senior è vice-Campione d’Italia.
      In febbraio i ragazzi del CSK avevano fatto conquistare al sodalizio il titolo di società Campione Ligure di Kata (quinto titolo), un grande successo ottenuto grazie alle performances di ragazzi grandi e piccoli e dal folto gruppo di “veterani”della società , uno dei più nutriti e forti a livello nazionale.
      Oltre ad un ottimo comportamento dei piccoli atleti a Parma ( quinti nel kata e settimi nel kumite) al Campionato Italiano Ragazzi, il club conquista un buon terzo posto nel kata a squadre maschile junior a Frascati e un “filotto” di argenti di grande prestigio . secondi nel 1° Memorial Ceracchini di Sanremo , sia nel kata che nel kumite, secondi ai Campionati Italiani Assoluti Cinture Nere di Arezzo.
      Luca Moretti ,salito nel frattempo più volte sui podi nazionali di kumite è convocato in Nazionale e disputerà con onore i Mondiali Junior di Jesolo, mentre Federico Campofiorito, “esplode” a Liegi, in Belgio, laureandosi Campione d’Europa sia nel kata individuale che in quello a squadre. A Jesolo due piccole atlete del CSK, Greta Delucchi e Serena Staderoli, salgono sul podio più alto, conquistando due ori iridati nelle loro rispettive categorie. Per Evro Margarita, che per quasi un decennio ha ricoperto l’incarico di Presidente Regionale della FESIK, arriva la chiamata dal mitico Presidente della Federazione Carlo Henke ad entrare nel Consiglio Nazionale di una delle più importanti Federazioni di karate del mondo.
    • 2009. Un altro anno di successi nazionali ed internazionali per il Club del Presidente Evro Margarita: a marzo il CSK conquista il sesto titolo regionale a Busalla,  vincendo il Campionato Regionale Ligure di kata. Quindi – ad Arezzo – le prestazioni degli atleti lavagnesi portano il CSK a diventare Società Vice – Campione d’Italia Cadetti/Junior /Senior e terzi nel kata a squadre senior maschile. A giugno sono organizzati a Imperia i Campionati Europei per Cadetti/ Juniores e Ragazzi della WUKO , con ottimi risultati da parte degli atleti CSK: i fratelli Luca e Andrea Margarita sono convocati nella Nazionale per il kumite . Tirerà solo Andrea ( Luca non potrà combattere per i postumi della gara di Arezzo ) conquistando un buon argento. Buona la prestazione della squadra Junior di kata del CSK , composta da Matteo Bertelli , Luca Margarita e Mattia Devoto, che conquisterà un prestigioso secondo posto dietro alla squadra ufficiale FESIK. Sul podio continentale più alto saliranno anche Micol Vasamì, Elisa Aimaretti, Greta Delucchi, Diego Marotta e Luca Olivieri, parte del futuro della Società.
      Federico Campofiorito vola in Messico per disputare il Campionato del Mondo Senior della WUKO e si piazza al secondo posto nel kata a squadre. Il congresso della WUKO, riunito a Guadalajara sotto la presidenza di Carlo Henke , nomina Evro Margarita Tesoriere della Federazione Internazionale.
    • 2010. Buon avvio di stagione per i ragazzi del CSK che ai Campionati Regionali di kumite di Bordighera portano a casa una trentina di medaglie, con l’occhio però puntato ai Mondiali per Clubs WUKO di Nizza , obiettivo di stagione per il Club tigullino. A gennaio, presso la Casa Marchesani di Chiavari, il Panathlon Club del Tigullio riconosce al CSK l’ambito premio “Panathlon Club “ per l’attività sportiva svolta nel 2009. A febbraio tre atleti del CSK ( Luca Moretti,Luca Margarita e Giulia Frugone) sono convocati per difendere i colori della Liguria in Rappresentativa Regionale a Bergamo , Memorial “Giovanni Roncalli”, gara triangolare di kumite fra Lombardia, Veneto e Liguria. Il settimo titolo regionale arriva a Marzo , a Lavagna , nel Campionato Regionale di Kata organizzato proprio dal CSK. La competizione precede la kermesse internazionale di Nizza , la World Cup WUKO organizzata da Didier Chiarla, importante Dirigente del karate della Costa Azzurra , in collaborazione con Dario Regina ed Evro Margarita..
      Ottimo il bilancio finale dei due giorni di gare disputate presso il prestigioso complesso sportivo “Charles Ehrmann”.
      La Società tigullina infatti porta infatti a casa un quinto posto nella gara riservata solo ad atleti europei fino ai 14 anni e l’ottavo posto nella World Cup per Clubs. Naturalmente di livello le prestazioni dei singolo atleti, fra i migliori in quell’occasione Sara Parato, Micol Vasamì, Luca Moretti e Andrea Margarita.
      In questo periodo vengono aperti i corsi del CSK CARASCO, terza sede per il Club, presso il bellissimo nuovo Palazzetto dello Sport, affidati dapprima a Stefano Blasi e quindi seguiti dai giovani ma promettenti allenatori Luca Moretti e Luca Margarita che , con pazienza e impegno, riescono ad affiatare un promettente gruppo di piccoli atleti.
      Proprio gli atleti più giovani del CSK vanno in terra Toscana , ad Arezzo, e aggiungono un altro trofeo alla bacheca della Società, conquistando un ottimo terzo posto in Coppa Italia.
      Ad Aversa, in Campania, si svolgono i Campionati Seniores della Federazione che fanno registrare un onorevole terzo posto della squadra maschile di kata , forte di Federico Campofiorito,Luca Margarita e Matteo Bertelli.
      Ma nello stesso mese , quindici giorni dopo, nello stesso impianto che vide il trionfo del 2007 a Terni, la squadra del CSK si riprende il gradino più alto del podio , conquistando il Titolo Italiano Junior con Luca Margarita, Mattia Devoto e Marco Cerrutti, autentica promessa del karate italiano in prestito dalla grande Società del Dojo Kaisho Castelnuovo Scrivia del bravo Maestro Sergio Zambarbieri. .
      Grazie inoltre alle prove entusiasmanti dei ragazzi del CSK negli individuali la Società conquista anche il secondo posto nella classifica generale , coronando così una gara stupenda. Da ricordare di quel giorno i titoli di Campione Italiano di Diego Marotta nel kata e di Giuseppe Riga nel kumite, i bronzi di Greta Delucchi e Micol Vasamì, il terzo posto in Coppa Italia di Luca Margarita ed , infine, il Titolo di Campione Italiano nel kumite cinture nere di Andrea Margarita che riesce finalmente a salire sul podio più alto disputando un’ottima gara.
      Grazie proprio a questa performances Andrea Margarita prende il “volo” , ovvero viene convocato in Nazionale per i Campionati Mondiali Juniores e Cadetti WUKO che si svolgeranno nel mese di luglio a Buenos Aires, accompagnato dal fratello Luca.
      Andrea porterà a casa due medaglie “pesanti”, vincendo l’Oro mondiale a squadre nei Cadetti maschili e misti e tanta esperienza in più da spendere nel proseguo della sua carriera agonistica. Il fratello Luca, indossando la “casacca” della Svizzera Italiana va in finale nel kata individuale, classificandosi al sesto posto assoluto, piazzamento di tutto rispetto a livello internazionale.
      La scomparsa del grande Carlo Henke, Presidente della FESIK e della WUKO, avvenuta il 13 settembre, funesterà in maniera irrimediabile l’anno sportivo del CSK, essendo perdita di valore incalcolabile e per l’intero movimento del karate internazionale e per lo stesso Evro Margarita, legato al suo Presidente da legami di forte Amicizia e di reciproca profonda Stima.
    • 2011. L’anno agonistico inizia benissimo per il CSK che nel Palazzetto dello Sport del Parco Tigullio innalza per l’ottava volta il massimo Trofeo regionale, in febbraio,laureandosi Società Campione Ligure nel kata.
      La corsa prosegue ad Arezzo dove gli atleti tigullini regalano in Aprile al loro Presidente 10 medaglie e un nuovo Titolo Italiano individuale con Giovanni Cavalli.
      Ma un nuovo trionfo attende il Club lavagnese che nel mese di maggio, a Montecatini, riporta per la quarta volta la propria squadra di kata maschile sul tetto d’Italia nel Campionato più importante, il Seniores: Marco Cerruti, Luca Margarita e Marco Canfora, Nazionale FESIK, uno dei migliori esecutori italiani di kata, entrato da quest’anno a far parte della grande famiglia CSK , eseguono due kata impeccabili e conquistano uno strameritato Titolo Italiano. Marco Canfora negli individuali si laurea anche Vice-Campione Italiano contribuendo a far piazzare la Società al 3° posto in classifica generale.
      Nella stessa gara , per il kumite, ottimo Luca Moretti che conquista la Coppa Italia e Andrea Margarita che vince il Titolo di Campione Italiano nella sua categoria.
      Quindi tre atlete del CSK si “imbarcano” per la Sicilia , dove a luglio si svolge il Memorial Eiji Ogasahara, in concomitanza con il Campionato del Mondo Senior WUKO. Nella maestosa cornice del Palatupparello di Acireale le tre “terribili” ragazze si portano a casa ben 4 medaglie: 2 conquistate da Naomi Rensani (argento sia nel kata che nel kumite) e una d’argento ciascuna da Micol Vasamì e Greta Delucchi.
      Per Evro Margarita la trasferta siciliana si chiude con la partecipazione in qualità di Tesoriere WUKO alle elezioni della Federazione Internazionale che vedono eletto il Maestro Gigi Aschedamini, già successore di Henke nella FESIK, alla guida della prestigiosa WUKO.
    • 2012. Con il nono titolo regionale conquistato nel kata il CSK apre un altro brillante anno sportivo, sancito da un doppio riconoscimento del Panathlon ,che premia la Società “Campione d’Italia 2011” e – soprattutto – le conferisce l’ambita certificazione della “Patente Etica”, un riconoscimento particolarmente gradito ed importante per tutto lo Staff e gli atleti del CSK. Un terzo posto nella classifica finale del campionato Italiano Assoluto Cinture Nere nel Kata ad Arezzo e la Coppa Italia nel Kumite arricchiscono il 2012.
      Infine , nella splendida cornice del Palatiziano di Roma, uno degli atleti di punta della società centra un prestigioso e meritatissimo risultato: Luca Moretti conquista infatti il titolo di Campione Italiano Seniores di kumite, un alloro che incornicia la sua brillante e sudata carriera agonistica!
  • 2013. 35.mo ANNIVERSARIO!!! è l’anno dello straordinario compleanno del CSK, nato nel 1978 e ben intenzionato ad andare avanti… In occasione di questo importante avvenimento i dirigenti decidono di variare definitivamente la denominazione della Società in Asd CSK 1978, una ristrutturazione completa oltre che del logo anche della sostanza , un adeguamento alle nuove dimensioni del sodalizio e delle sue rinnovate aspirazioni ,per offrire ai propri tesserati sempre migliore qualità e servizi.
    E per celebrare nel miglior modo possibile questa data i ragazzi del CSK regalano al proprio Presidente e a tutti i tecnici uno strepitoso decimo Titolo regionale, un risultato straordinario che proietta il CSK nella storia del karate … fregiando il Club della prima “stella” regionale.
    Il “Premio al Merito Sportivo 2012” , consegnato a marzo dal Panathlon Tigullio , suggella l’Anno dell’Anniversario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Enter Captcha Here : *

Reload Image

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.